Trading online, evitare le truffe si può?

Con il boom di investimenti sulle criptovalute, in molti si  domandano se si possono evitare le truffe nel trading online. Certo, per quelli che sono i trader più esperti è una cosa all’apparenza molto semplice, ma molti meno furbi si infilano in situazioni che portano a perdere soldi proprio perché non considerano alcuni pericoli “basilari”.

Bisogna allora provare ad individuare dei pratici modi per poter non imbattersi in sorprese negative nelle proprie attività di trading, in cui non basta soltanto studiare tutte le tecniche del come imparare a fare trading, bensì bisogna andare oltre per imparare come evitare le truffe del trading.

 I rischi del trading, a cosa prestare attenzione

Se è la prima volta che ci si sta relazionando con un operatore che promette non ci sia la possibilità di andare incontro a perdite sui propri investimenti finanziari, allora quasi sicuramente stiamo rischiando di finire nel tranello di un broker che vuole imbrogliarci. Un broker legittimo parla sempre di un disclaimer sui rischi in quel che è il suo materiale informativo: è infatti sempre d’obbligo allegare delle dichiarazioni di non responsabilità nei confronti degli investitori. Se sono sorti dei dubbi circa la serietà del nostro broker allora meglio fare una verifica della sua presenza nei database delle authority regolamentate.

Nessun broker e nessun trader può essere sicuro al 100% se possa o meno cambiare il prezzo di un titolo. Non bisogna dunque fare confusione tra le “previsioni” e le “certezze”, e se qualcuno sta provando a convincerci che sa bene come andrà il futuro senza alcuna percentuale di errore, state certi che si sta mettendo in pratica una truffa.

Bisogna inoltre ricordare che, al di là di ciò che è stato detto sopra, i broker più affidabili non eviteranno certamente di mettere a disposizione analisi tecniche e fondamentali gratuite, un buon calendario economico e tutti i mezzi che agevoleranno il trader all’assunzione delle decisioni consapevoli. Dunque, il broker dovrebbe provare ad aiutarci nell’ avere successo, e non certo quello di inseguire futili sogni e facili illusioni che bacchetteranno la nostra capacità di generare profitto

Prima di aprire un contro trading presso un broker, sarà meglio provare a leggere attentamente termini e condizioni di utilizzo. Se non si riescono a trovarli, o sono parziali e nebulosi, meglio non avvicinarsi

Truffe online, mai fornire indicazioni su margini e posizioni

Se si vuol provare a fare del trading online, nelle pagine informative dei servizi si trovano quasi di sicuro il termine “margine“.  Questo perché, molti broker non definiscono in modo corretti i significati e i funzionamenti di margine e di leva finanziaria verso i loro clienti.

Il pericolo è che quindi i neofiti si apprestano a passi azzardata con scarsa consapevolezza a questo mondo, con successive perdite ingenti di soldi. Quando si fa trading con leva finanziaria, si sta palesemente utilizzando del denaro che non è nostro: un procedimento che è molte volte non curato da molti trader alle prime armi. Provare a memorizzare la terminologia corretta e avere una comprensione del concetto di margine è importante per chiunque.

Detto ciò, ci si può palesemente rendere conto della serietà di un operatore e del fatto che possa essere o meno finito nella rete di truffe con una facile ricerca su Google.

Ecco dunque che bisognerebbe provare a valutare opinioni, recensioni, commenti e, alla fine, bisogna aprire sempre prima un conto demo per poter provare in prima persona la sua valenza. Una paziente cautela che vi consentirà di mettere al riparo i nostri cari guadagni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*