Sgomberare una casa o un appartamento: a chi affidare il lavoro e quanto cosa?

sgomberare casa

Non ci si accorge di quante cose si mettono da parte e si conservano finchè non si è costretti a svuotare un appartamento o una casa. La quantità di oggetti e di mobili che possono essere contenuti in uno spazio abitativo non è proporzionale allo spazio disponibile ma più che altro alla tendenza di chi vi abita ad accumulare oggetti più o meno indispensabili.

Se ci si ritrova nella situazione di dover traslocare o di svuotare un appartamento, in mancanza di tempo e di energie a disposizione ci si può rivolgere ad una ditta di sgombero. È possibile anche che non si riesca a svolgere questo lavoro per via di un trasporto emotivo legato al precedente abitante dell’appartamento che si deve svuotare. Infatti la condizione più frequente per la quale diventa necessario svolgere questa operazione è quella in cui un parente scompare e si decida di vendere la casa.

Quali sono le operazioni per lo sgombero di un locale

Ma cosa ne è degli oggetti e dei mobili che si trovano dentro l’appartamento? Come vengono smaltiti dalla ditta che si occupa dello sgombero? La risposta è diversa a seconda del tipo di suppellettile che si prende in considerazione: se si tratta di oggetti di valore questi possono essere rivenduti presso rivendite apposite che si occupano di materiale di seconda mano; se gli oggetti e i mobili in questione non hanno invece un grande valore, ci si può rivolgere direttamente a mercatini del riuso, a parrocchie o ad enti di beneficienza che possono consegnarli a persone che ne hanno bisogno. Infine, in alcuni casi, soprattutto per vecchi mobili o in generale quando non è possibile regalare una seconda vita all’oggetto, si rende necessario la demolizione.

In questo ultimo caso è importante provvedere al corretto smaltimento dei rifiuti: ogni Comune di residenza possiede le proprie regolamentazioni per cui è necessario documentarsi. Se il lavoro di sgombero è stato affidato ad una ditta è essa stessa che si occuperà anche di questo passaggio. Ad ogni modo, anche affidando lo sgombero ad una delle ditte che se ne occupano, la scelta finale sul destino di ciò che si trova all’interno dell’appartamento spetta ai possessori stessi. Tuttavia, se non vi è alcuna cosa che interessa particolarmente si può scegliere di lasciare carta bianca agli sgomberatori che smisteranno le suppellettili secondo il loro criterio e la loro epserienza.

Prezzi sgombero appartamenti

Il costo che vi verrà richiesto per lo sgombero di un appartamento dipende dalla quantità di oggetti che si trovano all’interno, dalla dimensione stessa dell’appartamento o della casa e dalla sua accesibilità. Un consiglio utile è sicuramente quello di diffidare da chi si propone di fare questo tipo di lavoro in maniera gratuita. Risulta infatti un impegno notevole sia dal punto di vista fisico che da quello logistico; bisogna possedere la strumentazione adeguata per trasportare una quantità elevate di oggetti e di mobili spesso anche molto pesanti e ingombranti.

Pur concedendo la possibilità di contrattare sul prezzo, non bisognerebbe fidarsi di ditte che chiedono meno di 150 euro a locale da svuotare. D’altro canto una cifra più alta di 400 euro è da considerarsi esagerata. Come in ogni occasione in cui ci si ritrovi nella condizione di affidare un lavoro ad un’impresa, richiedere più preventivi tra i quali poter fare dei paragoni è sempre l’opzione migliore.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.