Mondiali Russia 2018: tutto quello che c’è da sapere

Tutto pronto per l’attesissimo mondiale di calcio che si terrà in Russia la prossima estate. Dal 14 giugno al 15 luglio 2018 il mondo calcistico rimarrà con il fiato sospeso in attesa di sapere chi porterà a casa il titolo di campione del mondo.

Le partite che decreteranno il club migliore del mondo nell’estate 2018 saranno in tutto 64 ed avranno luogo in 12 diversi impianti sportivi situati in 11 località russe.

I Mondiali di calcio rappresentano la competizione calcistica più prestigiosa del mondo in quanto vi partecipano i club che comprendono i talenti più forti nell’ambito del calcio professionistico internazionale.

L’estate 2018 sarà quindi caratterizzata da appuntamenti sportivi molto importanti, che verranno trasmessi interamente o parzialmente dalle varie emittenti televisive, con approfondimenti e curiosità sui Mondiali già disponibili in rete.

Ma come si svolgeranno questi Mondiali 2018?

I Mondiali di calcio costituiscono, per ogni tifoso o appassionato di questo sport, un appuntamento imperdibile che permette di sostenere la propria Nazionale da un punto di vista collettivo, condividendo le crescenti emozioni e gli stati d’animo con amici e parenti. Ogni quattro anni, le nostre estati si colorano di fair play, rispetto e sportività agonistica che si respirano dentro ogni match giocato dai Big del calcio mondiale. Ad arricchire la manifestazione si aggiunge lo scambio culturale che avviene tra i differenti popoli che si incontrano sugli spalti degli stadi russi e che rende l’atmosfera ancora più emozionante e divertente. Gli stadi sono dislocati in località non difficili da raggiungere, affinché gli spostamenti in aereo non costituiscano una fonte di stress per i giocatori.

La manifestazione inizierà il giorno 14 giugno 2018 e la gara di inaugurazione si giocherà a Mosca. Il torneo prevede una fase iniziale a gironi, alla quale parteciperanno 32 squadre suddivise in otto gruppi da quattro compagini ciascuno. La fase a gironi terminerà il 28 giugno e le 16 squadre uscite vincenti dal proprio girone – le prime due di ogni gruppo – avranno diritto di accedere alla fase degli ottavi di finale, il cui inizio è previsto per il giorno 30 giugno 2018.

Si continua quindi con le fasi ad eliminazione diretta: ottavi, quarti e semifinali che porteranno le squadre rimaste a disputare la finalina per il terzo e quarto posto, fino a giungere alla finale che decreterà la formazione che il 15 luglio 2018 solleverà la Coppa del Mondo nello stadio moscovita Lužniki. Un evento a dir poco importante, specialmente per la Nazione ospite, la Russia, che accoglierà i tifosi di oltre 30 paesi, dimostrando la propria predisposizione per l’ospitalità.

Il sogno del popolo ospitante è certamente quello di veder vincere la propria Nazionale nel mondiale giocato in casa, ma quante probabilità ha davvero la Russia di laurearsi campione del mondo 2018?

negli ultimi anni, la Nazionale russa non ha mai dimostrato un’eccellenza in termini di prestazioni calcistiche, anche a causa del mancato ricambio generazionale susseguitosi al boom del 2008, quando la formazione di Guus Hiddink approdò in semifinale delle competizioni europee, mettendo in fila diversi successi più che meritati nei quali i russi hanno saputo offrire un grande calcio con protagonisti come Arshavin, Pavlyuchenko e Zhirkov.

L’attuale formazione russa fa invece affidamento ai due ottimi attaccanti, Kokorin e Dzyuba, dello Zenit San Pietroburgo, il secondo dei quali ha dimostrato una tecnica eccellente che ricordava i talenti brasiliani, ragion per cui era conosciuto anche con il nomignolo di “Dzyubinho”.

La Nazionale di casa avrà come obiettivo iniziale quello di raggiungere almeno gli ottavi di finale, superando la fase a gironi, un risultato conseguito in passato solo dalla Nazionale dell’URSS e mai da quella russa, risalente al 1991.

Non ci resta che aspettare l’inizio dei Mondiali 2018 che regaleranno emozioni sia dal punto di vista sportivo sia per quanto riguarda l’aspetto paesaggistico, con panorami urbani di città come Mosca e San Pietroburgo, fino agli immensi territori e paesaggi naturali che caratterizzano le altre regioni.

É interessante precisare che per i possessori dei biglietti delle partite del Mondiale, il governo russo ha deciso di agevolare l’ingresso nel paese sospendendo l’obbligo di richiedere il visto. Per chiunque si rechi in Russia per assistere ad un match dei Mondiali sarà previsto il rilascio del “Passaporto del Tifoso”, un documento di facile compilazione: si tratta di un tesserino plastificato contenente i dati identificativi del tifoso che servirà anche per accedere agli impianti sportivi in cui avranno luogo le partite. Per richiederlo bisogna prima acquistare un regolare biglietto di uno dei match previsti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*