Contatti a molla, l’importanza di scegliere la qualità

Le caratteristiche dei contatti a molla, rendono questa tipologia di connettori ideale per chi vuole avere un collegamento più che migliore. A differenza dei tradizionali contatti, che necessitano di un collegamento, questo tipo di contatto si accoppia con l’altra estremità in modo saldo e resistente. Questa sua caratteristica, rende i contatti a molla la scelta più idonea per i collegamenti ciechi o per ogni esigenza dove è necessaria precisione e resistenza del contatto.

Anche in caso di collegamenti particolarmente complicati, con angoli di 90 gradi o dove non è possibile contaminare la zona di collegamento, questo tipo di innesto non ha nessun problema. Inoltre, oltre a facilitare la connessione del contatto, anche lo scollegamento è molto facile e veloce.

Uno dei classici esempi è sicuramente quello dei jack per strumenti musicali. In questo caso, l’importanza di un collegamento di qualità ma che allo stesso tempo sia facile da accoppiare e disaccoppiare sono il punto cruciale per il successo del jack. Un collegamento di scarsa qualità, che magari contamini il passaggio del suono, porterà ad avere un suono non originale e quindi di poca utilità per chi lo ha scelto.

I contatti a molla si possono suddividere in alcune categorie:

– Contatti elettrici a pressione
– Contatti elettrici a strisciamento
– Contatti elettrici striscianti lineari

I vantaggi di utilizzare queste tipologie di contatto a molla, sono molte e tutte molto valide. La possibilità di mantenere il contatto per molto tempo, senza veder diminuire la qualità dello stesso è sicuramente una delle caratteristiche più importanti di questo tipo di contatto. Un così lungo ciclo di utilizzo, permette anche di abbattere il costo iniziale anche se è superiore ad altre tipologie di contatti.

La qualità del segnale che passa attraverso questo contatto, lo rende la scelta per cavi audio. Infatti, può essere utilizzato per gestire segnali fino a 12 Gbps e che hanno una banda passante che può arrivare a 20 GHz.

La scelta di contatti elettrici a pressione di questo tipo, rende sicuramente più facile la creazione di apparecchi e soluzioni di ottima qualità e che possono durare nel tempo. Proprio per questo, scegliere un contatto di buona qualità è sicuramente il primo passo da fare se si vuole eseguire un investimento che si ripagherà nel tempo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*